domenica 2 settembre 2007

Mamma


Il panico ha preso la mia mente per un attimo mentre carboni ardenti di agonia
hanno bruciato il mio cuore, al suono del pianto di una piccola bambina, per sua
madre...mia madre!

Mi mancherà per sempre il tenero amore che mi riservava.

Una donna coraggiosa piena di spavento e tenuta al suo posto, dal suo ruolo
sottomesso.

Le ho dato la mia parola, mi fece promettere, di essere il tutore dei miei fratelli,
e ciò sarò!

Che bene ci sarebbe nel dire "ti amo"? Desidero parole migliori, ma non ce ne
sono.

Disperato io sono, prestato non per disdegno. Il pensiero che mia madre se n'è
andata, mi ha portato lacrime infinite e mi ha schiacciato con il dolore.

La vita sembra desolata, ma non senza motivo.

Perchè ieri è il giorno, che ha spinto oggi nel domani, ed è per questo che vivo,
perchè il sacrificio di mia madre non sia vano.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

Nessun commento: