martedì 18 settembre 2007

Pena nascosta


La bellezza che giace dietro le ferite e la pena, che ha sofferto per colpa di
quelli che professavano di amare e di interessarsi, sta usando tanto impegno
per risalire alla superficie.

E' così stancante rimanere aggrappati ad un sottile filo di speranza, per un
futuro che valga la pena di vivere.

Perchè grigi sono stati i giorni ed ancora con spaventata anticipazione del
domani, io rimango.

Nel mezzo della notte io trovo il mio conforto, negli scuri recessi della mia
mente.

Contraddittori sono i miei desideri, così come i fatti sono contro di me.

Devo trovare una via verso una strada sicura sebbene possa essere stretta,
perchè la semplicità porta contentezza.

Tutto il male sta in agguato, dietro un sorriso, chi sa? Una risata potrebbe
nascondere buie intenzioni. Quindi fa attenzione all'uomo che finge di
zoppicare.

Perchè la bellezza si vede da lontano, è genuina, così avvicinandosi di sbiego,
lentamente ma di sicuro, quell'immagine che vedi, diventa il riflesso di te
stesso.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

1 commento:

Ali ha detto...

Ciao. Mi e piaciuto molto. A presto.