sabato 15 novembre 2008

Perchè?


Perché la sua felicità
causa così tanto dolore
Il dolore che lei sente per
l’amore che non può avere
Il dolore che lui sente per
le volte che lei se ne va
Il dolore che lei sente sapendo
che altri soffrono
Il dolore che lui sente per
gli anni da scontare
Perché questo amore è così forte
Perché non la può dimenticare
Perché non lo può dimenticare
Perché non possono essere felici
Perché non può darle
quello di cui lei ha bisogno
Perché succede sempre
che il dolore
sembra non finire mai
Perché non posso fuggire
debbo sempre essere schiavo
di questo amore, questi sentimenti
che sembrano non finire mai
Perché credono nel felici-per-sempre
hanno poco tempo insieme
e la vita li separa
Oh, ma quei momenti
valgono tutto il dolore.
Scrivetemi:
Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Raymona


Conosco il tuo nome, tu che ti nascondi dietro
una maschera di lacrime.
Ti ho osservato con l’angolo dell’occhio mentre
dormivi, ho visto la tua confusione.
Perché vuoi la mia attenzione? Un medico non
sono, provvedere a te, quello posso. Ma perché?
Se solo per ritornare. Voltare, si dovrebbe dire…lo so.
Dalle ombre più scure, sono stato! Senza logica,
sentimenti, od aprezzamento dei fatti reali,
io vedo ciò che senti.
Notevolissima all’inizio questa apparenza
d’improvvisa illuminazione, l’immaginazione del cuore,
che emette un rifiuto affrettato,
considerando i sentimenti dell’esperienza passata.
Sono stato colpito, e come un tale esempio,
posso raccontare… Ero mosso dal tuo anticipato
spettacolo di chiacchiericcio senza senso,
il concetto che spiega il tuo stesso essere. M’inchino
al motivo della tua pazzia.
Legati dai dati del tempo, senza pensare,
ci riserviamo ciò che accettiamo.
E che dire del tempo, forse qualcuno
l’ha visto di recente?


Grazie
Paulie

martedì 11 novembre 2008

Solamente Fede


La sua salvazione mi ha soccorso.
I miei peccati sono spariti. La mia anima è libera.
Ma io ho fatto del male mio Signore.
Ci sono cose per cui debbo pagare.
Per le sofferenze che ho generato.
Per favore fammi vedere come pagare i miei debiti.
Dall'alto del Suo trono del giudizio,
Lui puntò a terra, verso i miei piedi.
Io guardai dentro ad una fossa.
La Sua voce tuonando disse," SALTACI DENTRO."
Nel profondo della fossa, nè luce nè suono.
Giusto il pensiero mi faceva già battere il cuore.
Se è ciò che vuoi, Signore, ci proverò.
Ma promettimi che non morirò.
"NESSUNA PROMESSA IO TI RENDERò.
ABBI FEDE, CIò CHE SUCCEDERà DEVE SUCCEDERE."
Io odio così tanto la sofferenza che ho causato.
Io allargai le mie braccia e chiusi i miei occhi.
Io rimisi la mia fede a Dio lassù.
Io piegai le mie ginocchia e mi lanciai.
Io non osavo pensare a dove sarei atterrato.
Poi sentii la Sua mano sul mio braccio.
Aprìì i miei occhi e stavo lì
sul solido terreno e tutto era a posto
Lui disse, "FIGLIO MIO, HO PULITO I TUOI PECCATI.
Fà ATTENZIONE A DOVE VAI, NON DOVE SEI STATO."




Kapoe

Un'invito alla preghiera


Saluti.
Salve e possa la pace essere con voi. In questi momenti
d'incertezza il nostro Presidente insieme con i Leaders
del nostro mondo stanno affrontando una serie di situazioni
critiche sia a casa che all'estero. Dall'economia fino
alla pace nel Medio Oriente la catena senza fine
di problemi che loro affrontano richiede che decisioni
sagge e mature vengano prese.Sono sicuro che
il processo decisivo utilizzato sia uno difficile.
Per favore pregate con me affinchè Dio conceda
ai nostri Leaders la saggezza e comprensione
necessarie a governare i nostri paesi ed a
condurci verso tempi di pace e prosperità.

Possa Dio benedirvi in tutto ciò che fate.




Scrivimi:

Daniel Larson - F40838
310-1-9L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 23 giugno 2008

Seguimi


Ogni giorno debbo prendere la mia croce e camminare fino al Calvario.
Mi sacrifico a Lui.
Mi servo del divenire.
Il mio vecchio Io deve essere crocifisso e morire per peccare ogni giorno.
Se debbo camminare come Gesù camminò allora questa è l’unica strada.
Lui è con me sulla strada ogni giorno per guidarmi pazientemente.
Lui dice, “Ho gia fatto questa strada prima. Devi soltanto seguirmi.”
Se darò la mia vita a Lui
Lui me la restituirà.
Io cambio il senza volere per il meglio e vivo eternamente.
Il prezioso oro che amiamo sulla Terra e che accumuliamo nei nostri pellegrinaggi, non può essere comprato col meglio del Cielo.
Là lo si usa per asfaltare le strade.



Kapoe

I Rams dominano


I campioni del Super Bowl sconfissero con determinazione i Titans del Tennessee
"comincia lo scontro'

Scrivimi
Jonathan Marino J84807
310-2-27L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 21 giugno 2008

La tua foto


Siedo qui ogni notte,
la tua foto vicino al mio letto.
Sognando del futuro,
fantasie su di te, e su me, corrono nella mia tersta.
Perché sei veramente bella,
e le tue lettere significano così tanto.
Vorrei incontrarti di persona,
per sentire il tuo dolce tocco.
Puoi guardarti negli occhi,
e sentire l’anima che sta dietro.
Ma per adesso, ho soltanto la tua foto,
e tutto ciò che mi immagino.
Io ho fede, mia cara, perché so,
che a volte i sogni diventano realtà.
E questo è il motivo per cui tutti i miei sogni,
sono piempiti soltanto di te.
Adesso metto su carta tutte queste parole,
che puoi aver sentito di già.
E’ perché chiunque può usarle,
e sono parole, niente di più.
Ciò che devi osservare,
sono invece le intenzioni che nascondono.
Queste parole che dico alla tua foto,
che appesa vicino al mio letto.




Clinton Everett
J76643 310 – 1 – 19U
Avenal, CA 93204

USA

venerdì 20 giugno 2008

The King



Scrivimi
James Denzin F73718
310-1-44U Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

mercoledì 18 giugno 2008

Io perdono me


A
Io conosco il mio cuore (inspira)
Ed Io perdono me (espira)
Io conosco la mia anima (inspira)
Ed Io perdono me (espira)
Io conosco la mia vita (inspira)
Ed Io perdono me (espira)
Io conosco la mia mente (inspira)
Ed Io perdono me (espira)
di nuovo da A

Perdonare me stesso chiude il conflitto interiore auto-distruttivo.
Se qualcuno mi capirà e mi amerà la cosa deve cominciare
con me stesso. Mentre dico questo mi immagino Angeli che
mi circondano, riempiendomi dell'amore di Dio.
Provo accettazione e pace interiore.


Dave14

Un'altra possibilità



Caro Dio, perdona il mio pazzo orgoglio.
Possa io imparare dalla mia vergogna.
Ho rovinato oggi un’altra possibilità per glorificare il tuo nome.
Caro Dio, aiutami perfavore ad essere preparato.
Ficcalo nel mio cuore.
Che io stia pronto con uno scudo in mano per confrontare ogni freccia del diavolo.
Perfavore tieni la tua luce dinanzi ai miei occhi in tutto ciò che faccio.
Che io possa restare sulla strada che ho scelto di camminare per Te.
Metti tanto amore nel mio cuore che io non possa neppure vedere le strade verso cui punta il diavolo che porta lontano da Te.
Possano tutti i miei passi essere inspirati da Te e non da stupido orgoglio.
Così che tutti possano vedere la Tua mano guida e che Tu sia glorificato.


Amen

Kapoe

lunedì 9 giugno 2008

Il giorno in cui ho comprato una valigetta di cartone (Ernie il Re del cartone)



I

Mai e poi mai mi sarei immaginato di veder arrivare il giorno in cui avrei comprato una valigetta porta-documenti di cartone; ed invece, eccolo qua!

A dir la verità non si tratta proprio di una valigetta quanto più che altro di una scatola molto elegante. E’ fatta di cartone molto resistente ed al tempo stesso sottile (penso sia quello delle spedizioni che arrivano dalla Prison Industry Authority). Sta in piedi da sola, proprio come una vera valigetta e su uno dei lati lunghi ha persino un’indentatura semicircolare per afferrare con più facilità i raccoglitori e le riviste all’interno. Su uno dei lati corti ha due piccole tasche protendenti, sempre rigorosamente di cartone: la prima per penne e matite e la seconda, minuscola, per gomma e tempera-matita.

Le rifiniture sono così curate che anche i profili, che normalmente avrebbero esposto le venature ondulate del cartone, sono stati coperti con striscioline di carta ricavare dallo stesso pezzo di materia prima. Il tutto incollato con cura e poi addirittura rifinito con carta smeriglio per ammorbidire gli inevitabili stacchi.

L’artigiano che ha dato vita a questa creazione di chiama Ernie e nella vita normale fa il carpentiere: mi viene facile credere che sia un carpentiere in gamba dopo aver visto cosa riesce a fare con del semplice cartone. Sto scrivendo su una tavoletta “made in Ernie”, gli ho visto cucire ed incollare curiosi tavolini da caffé, robusti scaffaletti per televisioni, eleganti contenitori per i pezzi degli scacchi oppure semplici cestini per la spazzatura. Tutto quello che il rigore carcerario ci fa mancare, Ernie lo crea dal nulla: dal cartone.

Io sono una persona ordinata all’eccesso, quasi anale nella mia precisione, qualcuno potrebbe dire e deve essere per questo che ernie l’altro giorno mi ha avvicinato e spiegato il suo progetto per me.

Forse gli sembravo goffo nel cercare di tenere in ordine tutti i miei fogli, scritti e riviste cercando d occupare in fretta uno dei pochi tavoli disponibili. Il lusso dell’ordine mi sarebbe costato due dollari, ma è diventato un intero deodorante dopo che ho visto Ernie esercitare la sua magia sulla valigetta per un giorno intero (ben tre dollari al valore di mercato corrente.

Ernie è un tossicodipendente ed una volta, parlando con me mi ha confessato senza ombra di imbarazzo di amare la sua droga; forse si farà di nuovo quando uscirà da questo posto.

Di sicuro vedendo quelle sue mani plasmare il cartone non ho potuto fare a meno di pensare che ci debba essere un modo migliore: Ernie ci starebbe così bene a bere un bicchiere di Chianti con un paio di tipi che conosco io a Borgo a Buggiano J.

Come faccio a spiegarvi la gioia che si prova nel riuscire a tenere in ordine quattro fogli di carta dopo aver vissuto per tre anni con metà della tua roba in sacchetti come un senzatetto?

Di sicuro di spiegazioni non ne ha bisogno Wayne (è lo stesso delle poesie da suicidio di questo blog)*; appena ha letto la felicità nei miei occhi ha cominciato a disegnare sulla valigetta false etichette con i nomi delle prigioni e degli aeroporti del mio incubo lungo quattro anni.

Così, oltre all’ordine regalatomi dal Re del Cartone, posso anche immaginarmi di respirare l’aria viziata di quei terminali d’aeroporto che ormai stentavo quasi a ricordare.

Almeno fino alla prossima ispezione…. L

Carlo Parlanti F25457

310-1-12U

Il Re del Cartone è:

Ernie Gutierrez F37883

310-1-14L

sabato 7 giugno 2008

All'improvviso


Lui potrebbe apparire all'improvviso.
Inaspettato come un ladro.
Dio solo sa esattamente quando.
Il nostro tempo qui potrebbe essere breve.
Che cos'è che farai
quando arriverà sulla nuvola?
Ti vergognerai a vederlo?
Oppure lo renderai orgoglioso?
Sarà proprio in quel momento
che il tentatore ti incastrerà?
Poi al battere di un ciglio
Lui ti troverà nel tuo peccato.
Dobbiamo vivere ogni momento
come se fosse quello in cui
il suono delle trombe riempirà l'aria
ed incontreremo il Figlio di Dio.
Sii costante nel lavoro del Salvatore finchè Lui non interviene.
Ed è così che Lui ti troverà.
E' questo che significa "essere pronti".

Kapoe

Proteggimi


Durante questa lunga notte
siedo e setaccio.
Chissà se finirà mai
se la Dea Madre
mi concederà un'altra stagione
un'altro giorno
un'amore senza fine.

Il freddo sale fino alla mia anima
braci di un fuoco spentosi da tempo
da solo sono arrivato
da solo debbo restare
con la Madre che protegge
quest'uomo che sono.
Scrivetemi:

Norman Wayne Willhoite C29683
310-1-17L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Girovago


Girovagando nella giungla della mia mente.
Mentre sto nel mezzo, da solo, per essere al sicuro,
giusto a guardare tutto, poichè bellezza e semplicità
è tutto intorno a me.
Risvegliato dalle cose intorno, anche quelle più
ordinarie, riesco a vedere i disegni.
Anche nella confusione c'è ordine.
Noi siamo ciò che pensiamo, tutto ciò che siamo,
cresce con i nostri pensieri e con i nostri
pensieri, noi costruiamo il mondo, ed in questo mondo,
per essere un guerriero intrepido, uno deve cedere
e conquistare se stesso, attraverso la disciplina
ed il rispetto per se e per gli altri.
Per l'incontrollabile non c'è saggezza.
Grazie.


Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 17 maggio 2008

I Love you











Crude Art

giovedì 20 marzo 2008

L'ultimo degli uomini


Mi sono chiesto, perchè dovrebbe Dio,
in perfetta divinità,
sprecare un pensiero od un attimo
su di un fallimento come me?
Da solo non sono niente di buono.
Ho distrutto ed ho sperperato.
Una delusione dietro l'altra
ho girovagato attraverso la mia vana vita.
Ma il nostro caro Dio in cielo
mi vuole ancora come suo figlio.
Mi vede comeperfetto,
non importa cosa ho fatto.
I miei fallimenti mi fanno capire
la grazia che Dio ha mostrato.
Radicano in me la consapevolezza
che non sono niente da solo.
Ci sono eroi nella Bibbia
che tutti ammirano.
Alcuni codardi od adulteri.
Alcuni omicidi o bugiardi.
Dio ha fatto di loro i più nobili
degli uomini che il mondo abbia conosciuto.
Lavorando attraverso l'ultimo degli uomini
la forza del Padre si è rivelata.

Kapoe

Saluti


Salve che la pace sia con voi. Questa settimana vorrei parlarvi di una Colomba. Dove (Colomba, N.D.T) Morgan Osborne ed i suoi colleghi al "Ministero dei Cuori che Amano" cerano di aiutare molti prigionieri; facendo questo loro toccano molti cuori con la buona novella del nostro Cristo risolto. Questi servi del Signore stanno veramente rispondendo alla chiamata di Cristo nelle loro vite e sono caramente amati e tenuti in grande stima da me e da molti fratelli. I loro sforzi per ospitare, sfamare ed avere cura dei prigionieri e dei poveri sono esemplari ed io sento come loro siano meritevoli dei nostri elogi e preghiere. Quindi, per favore, unitevi a me nel pregare questa settimana per la benedizione del Signore affinchè prosperità raggiunga ogni aspetto del loro ministero soddisfacendo tutti i loro bisogni oltre e più di ciò che loro sentono necessario. Già che ci siamo, preghiamo anche per la benedizione del Signore su tutti i piccoli Ministeri che gli rendono gioia.


Possa l'amore e la pace di Dio essere con voi.

Daniel Larson - F40838
310-1-9L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

martedì 18 marzo 2008

Raiders



Un'altro paio di regali per tutti i milioni di tifosi dei Raiders, "comincia a guardare"!
Qualche altro disegno di Johnny Marino. Johnny sta anche cercando di aprire un suo sito web a http://www.sports-zoo.com/ ma per il momento potrete vedere le sue creazioni qui su Avenal Voice.Se volete che Johnny vi disegni qualcosa di speciale, per favore scrivetegli descrivendo con le vostre parole cosa volete...
Scrivetemi:
Jonathan Marino J84807
310-2-27L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Segnalibro Per Katia




mercoledì 12 marzo 2008

Una chiamata alla preghiera


Questo è il mio primo scritto di questo tipo e spero di farlo diventare uno sforzo settimanale; ogni settimana vorrei indicare una persona o forse un gruppo di persone o perchè non un gruppo religioso che sento abbia veramente bisogno delle nostre preghiere in quel momento; spero che dopo aver letto andrete direttamente a pregare per loro, mantenendoli davanti per poi dopo continuare con la vostra giornata risplendendo con la luce della Sua gloria nella vostra vita.
Voglio ringraziarvi per il vostro supporto ed invitarvi anche a scrivervi di pregare con me per tutti quelli in Cina che sono in prigione per aver condiviso la parola di Cristo con i loro compagni; preghiamo per il loro rilascio ed affinchè Dio gli doni la Sua grazia e forza, a loro ed alle loro famiglie che vivono questi terribili momenti.
In questo esatto momento questo problema è terribile in Cina e l'unico modo di combatterlo è con le preghiere innanzi tutto: il Signore ci condurrà per qualunque cosa verrà in seguito.

Che Dio vi benedica

Daniel Larson - F40838
310-1-9L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 8 marzo 2008

Dolci sogni


Ti bacio ogni notte amore mio
anche se siamo lontano kilometri.
Io tiro avanti con quell'amore speciale
che strabocca dal mio cuore.
Ti tengo stretta e ti sussurro
tutto del mio amore.
E mentre riposo lì tra le tue braccia
io ringrazio il Signore lassù.
Perchè la donna che Lui mi ha dato
è più di quello che speravo.
E dovrei essere pazzo
anche soltanto per sognare di più.
Ti rimbocco e ti bacio sulle labbra
e ti addormento con una canzone.
Prego Dio di poter sempre
avere il tuo amore da tenere con me.
Mentre siedo lì e ti guardo dormire
non posso non sentirmi orgoglioso.
La tua bellezza, grazia ed eleganza
fanno battere forte il mio cuore.
E' triste pensare che alla mattina
questo dolce sogno finirà.
Proprio non riesco ad aspettare il giorno
in cui non dovrò più far finta.


Kapoe

giovedì 6 marzo 2008

La Vita Ad Avenal

La vita in Avenal
Così io sono seduto qui con Carlo chiacchierando sui contributi e sugli autori del blog
Che stanno facendo un così grande lavoro bloggando. Questi ragazzi donano centinaia
Di ore
Del loro tempo per noi per la migliore riuscita di questa causa.
Non che il nostro tempo non sia importante, e non è che non ne abbiamo molto
Da perdere,
ma per carcerati donare il loro per questo sforzo è assolutamente imponente.
Una cosa però suona vera di questi contributi: essi provengono
Dal corrotto occhio
Della miglior qualità di Avenal. Viviamo in questo “Buco Nero” di prigione in cui
Le condizioni
Sono rudi, crude ed per lo più, socialmente inaccettabili.
I carcerati qui sono soggetti ad alcune delle più rigide condizioni di
Vita, ovunque
Nel sistema della prigione esiste la meravigliosa fermata del bus 33. I carcerati
Si riferiscono a questo luogo
Comunemente come il “Di – tutto Avenal” intendendo gli standard usuali che non bisogna
Applicare qui.
Non in molti altri recinti troverete persone prive di paura nel correre dritti
Da un ufficiale e
Puntare il dito contro qualcuno. In genere il puro atto dell’additare,
anche se fatto innocentemente
è una cosa cattiva – molto cattiva…ma non qui.
Ma seguendo questa traccia – condizioni,
condizioni di vita – YUK. Impianti idraulici rotti, docce fredde, bagni
inondati, Valley fever,
scabbia – lavanderie infestate, assenza di vitamine nella dieta, nessun accesso
alla lavanderia per gli indumenti personali,
anche se è raccomandato dagli ufficiali acquistare maglioni per
i freddi
inverni, e pantaloncini per le estati calde, e non
menzioniamo beanies, calze,
biancheria intima extra, borracce per acqua calda e fredda per ogni cambio di stagione qui.
Questa è la nostra vita.
Wizard di Avenal

martedì 4 marzo 2008

Lacrime


Acqua salata, tenuta dentro,
che si libera,
dalle sofferenze che nascondiamo.

Gioia così travolgente.
Piacere troppo immenso.
Cancelli di una diga che si aprono,
che cominciano il loro flusso.

Durante momenti di gioia
non ho mai sognato diventasse vero.
In attimi di piacere,
mai pensato, che fossero per te,
sorridenti al loro tesoro.

Lacrime arrivano con le tristezze.
lacrime arrivano con la gioia.
La maniera per le anime di misurare,
le tue sofferenze e la tua gioia.

Scrivetemi:

Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 1 marzo 2008

Big Country


Scrivi a:
Tony A Gant V87769
310-1-23L Po Box 9
Avenal, CA 93204
Usa

venerdì 29 febbraio 2008

Cuore di madre


Tutta la mia vita hai provato ad aiutare.
Hai cercato di puntarmi verso la strada.
Sono stato troppo compiaciuto per beneficiare
di tutte le cose che dici.
Mi dispiace così tanto di non aver voluto ascoltare.
Pensavo d'essere così furbo.
Adesso lo so di essere stato uno sciocco
che ha fatto piangere il cuore di sua madre.
Per ogni lacrima che hai pianto per me.
Per le angosce che hai sopravvissuto.
Vivrò in vergogna fino al giornoin cui ti ripagherò.
Ogni parola che tu hai mai detto,
col tuo amore e la tua saggezza,
risuona adesso nella mia testa
mentre sto qua in prigione.
Tu non mi hai mai voltato le spalle
qualunque cosa io abbia fatto.
Adesso lo so quanto sono benedetto
perchè Dio mi ha fatto figlio tuo.
So che tu hai fatto tutto questo per amore.
Non è stato un capriccio.
Perchè Dio mi ricorda, tutte queste cose
che ho detto anche a Lui.

giovedì 28 febbraio 2008

Furori trattenuti


Questa è una storia
che vorrei raccontare
di come è successo,
che sono finito all'inferno.

La vita era appena iniziata
ma, finì altrettanto in fretta
era una vita che valeva
con tutto quel che valeva
con tutto quel conflitto mentale?
Oh, la libertà
mai arrivata
il ladro di anime bloccato
era lui il bersaglio.

Altre morti
iniziaronoin questo gioco
nessuno ha vinto.

Ciò che è stato preso
non può essere restituito,
con la lama di un coltello
od il prendere una vita.

Paura
confusione, e dubbio
non se ne andarono
con ciò che ho fatto, quel giorno.

La rabbia prende il controllo
dirigendomo stranamente
non subito
ma, molto lentamente.

Paura e vergogna
hanno controllato la rabbia
chiedendo qualcosa in cambio
per non causare un disastro.

E' saltato fuori lentamente
poco per volta
prima droghe, poi alcool,
e sudiciume sessuale.

Niente ha riempito lo spazio
niente lo ha restituito
niente ha cancellato le memorie
dell'anima rubata.

Uccidere quel mostro non ha aiutato
a liberare il furore
distrutto così tante vite
con una tomba ed una gabbia.

Non ha reso niente
anzi ha preso di più
madri hanno pianto
e così tanti son morti.

Adesso che sta finendo
è più sotto controllo
esposizione significa slegare
il rilascio dei furori trattenuti.
Scrivetemi:
Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Amici eterni


Perchè non lasci che ti introduca
al mio Amico più prezioso?
Lui conosce i tuoi retroscena
e come la tua vita andrà a finire.
Lui sa che cosa ti rende felice
e tutto ciò che ti intristisce.
Lui vuole riempire il cuore di gioia.
Più di quanta tu ne abbia mai avuta.
Prima che Lui diventasse mio Amico
io ero un suo nemico.
Ma ciò non poteva tenerlo lontano
perchè lui mi amava comunque.
Lui sa che adesso tu non gli credi.
Lui spera che tu vedraidi fronte ai tuoi occhi l'evidenza
delle cose che Lui ha cambiato in me.
Lui bussa alle porte del tuo cuore.
Lui prega, che tu lo lasci entrare.
Lui sa che quando l'aprirà,
la tua nuova vita potrà cominciare.
Tu non troverai mai un'altro amico
che ti ami così, oh sinceramente.
Prima del giorno in cui sei nato
il mio amico è morto per te.

Fare la differenza


A sedere;
con un tavolo di prigionieri.
alcuni solamente le loro anime
altri tutti se stessi.
tutti a cercare disperatamente
di fare la differenza.
Riuniti insieme;
tutti qui con diverse condanne
alcuni senza avere neppure commesso i propri crimini
sono tutti umani
con pensieri e paure
tutti hanno cuori
che hanno pianto molte lacrime.
Trovare libertà;
accedere alla rete
dalle mura della prigione.
L'abilità di scrivere e dipingere
su mura virtuali.
Libertà dello spirito. Rilascio della mente.
Queste sono le cose che si perdono scontando pene.
Aver bisogno di fare la differenza non finisce
col commettere un crimine.
Avere una voce è una scoperta meravigliosa.


Scrivetemi:

Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

mercoledì 27 febbraio 2008

martedì 12 febbraio 2008

Questi momenti


Secondi che significano così tanto,
minuti contati come un tocco,
questi momenti spesi insieme.

Aspettando sembra quasi per anni,
ascoltando una voce rotta,
guardando una traccia di lacrime.

Dubbi creati dai kilometri,
una voce distante e silenziosa,
fiducia che ritorna con un sorriso.

Fede è la chiave,
per questo legame che vediamo
tra lui e lei.



Scrivetemi:


Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Crimini contro lo stato


Un uomo vissuto qualche hanno fa
in terre grandi e lontane
fù mandato in prigione da giovane
con catene ai suoi polsi.
Lo condannarono a vita quel giorno
per crimini contro lo stato.
Lui trovò la forza di ringraziare Dio.
Accettando il destino.
Il duro lavoro è adesso uno stile di vita
nella pioggia od il caldo o la neve.
Eppure ogni giorno lui chiese al Signore
di aiutare il suo spirito a crescere.
Il pane ed acqua che ricevevano
era duro e secco e freddo.
Ma l'aspettavano con entusiasmo
e poi grattavano via la muffa.
Così tanti uomini morivano ogni giorno.
Ma nessuno lo notava.
A parte quelli che scavavano le tombe.
Dieci uomini per ogni fossa.
A malati ed uomini affamati ed in pena,
lui rispose ad ogni domanda.
Quasi morì lui stesso perchè
dava sempre tutto il suo.
Ma non ha mai imparato la sua lezione.
Il suo crimine non si è mai fermato.
Il crimine per cui era stato imprigionato
era l'essere un prete.
Penso a questo e mi sento imbarazzato.
Mi fà amare Dio ancora di più.
Perchè lui ha pensato giusto mettermi qua.
Io ho molto di cui ringraziarlo.

Innocenti perduti


Che cosa ho fatto?
Sono stato cattivo?
Mi vergogno così tanto,
e ciò nonostante, sono arrabbiato.
Mentre voglio il tuo amore,
ed al tempo stesso ti odio,
dopo tutti questi anni,
ho ancora paura di parlare.

Che cosa mi hai preso,
che ho bisogno così tanto di riavere?
La mia vita è distrutta,
prima da te, poi da me.
Mentre voglio distruggerti,
mentre voglio essere libero.

Oh, pensavo che fosse tutto a posto,
poi un giorno andò tutto male.
Le cose fatte,non erano le migliori.
Sopravvivere ciò che hai fatto,
mettere alla prova la vita.

Adesso che è finita,
perchè sono rinchiuso in gabbia.
Mi dispiace per te,
per come ti sei comportato.
Io capisco alcune delle ragioni,
per ciò che è stato fatto.
Non è iniziata con te,
ma la vita ha interrotto questa corsa.

La mia rabbia prese il controllo,
ed ora se n'è andata.
Sebbene, la confusione sia sempre lì,
ecco cos'è andato male.



Scrivetemi:


Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 11 febbraio 2008

Disegni di Chopper personalizzati



Possedere e guidare un Chopper personalizzato è diventato un eccitante stile di vita per molti negli USA, "monta in sella"!

Qualche altro disegno di Jhonny Marino.Jhonny sta anche cercando di aprire un suo sito web a http://www.sports-zoo.com/ ma per il momento potrete vedere le sue creazioniqui su Avenal Voice.Se volete che Jhonny vi disegni qualcosa di speciale, per favore scrivetegli descrivendo con le vostre parole cosa volete...




Scrivetemi:


Jonathan Marino J84807
310-2-27L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA






mercoledì 6 febbraio 2008

Parla con me


L'uomo triste siede vicino al telefono.
Senza i suoi figli si sente solo.
Loro sono cresciuti e sono occupati con le loro vite,
una casa, un figlio, una macchina, una moglie.
Lui lascia un messaggio, a volte due.
Vorrei davvero parlare con te.
Giorno dopo giorno, il telefono suona.
Poi quando lo fa, vogliono qualcosa.
Grazie per i soldi, ma non posso restare.
Perchè ho grossi piani oggi.
Allora in ginocchio, lui comincia a pregare.
Caro Dio, oggi ho bisogno del tuo aiuto.
Amo i miei ragazzi disperatamente.
Ma non hanno tempo per parlare con me.
Io gli ho dato tutto quello che ho potuto.
Gli ho dato amore. La loro vita è stata buona.
Ma adesso sono impegnati da soli.
Dimenticando tutto l'amore che gli ho mostrato.


"Tu mi preghi, incolpando i tuoi ragazzi.
Eppure sei altrettanto colpevole.
So benissimo come ti senti adesso.
E' come mi sento io quando tu non mi preghi.
Ho riempito le loro vite così che tu fossi libero.
E tu avessi tempo per parlare con me."

martedì 5 febbraio 2008

Ehilà, sono quà!


Parlo, ma non sono mai ascoltato,
urlare ti fà voltare la testa.
Tu perdi così tante parole,
io starei meglio morto.

Tu vedi la tua illusione,
di un ragazzo bambino.
Lui è ordinato, lui è pulito,
intelligiente e delicato.

Non un giovane uomo in difficoltà,
che ha bisogno e vuole comprensione.
Non un giovane uomo in difficoltà,
con queste emozioni che si rilassano.

Ti dico la mia sofferenza,
tu neghi che sia vera.
Mi fai impazzire,
quando mi dici come sentirmi.

Non sono lui,
non sono lei.
Io ho una personalità,
che è tutta da sola.

Le mie lacrime non ti smuovono,
mentre mi dici che ti importa.
Sempre a provare a venire da te,
ma tu non ci sei mai.

E' arrivato il giorno,
non sono più là.
Le tue lacrime non mi smuovono,
perchè, sono stanco d'urlare,
"Ehilà, sono qua!"


Scrivetemi:

Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Stanzetta, Puzzetta


Vig.1_Benvenuti nella stanza di meditazione
o Think Tank di "Avenal"!
E' qui che mi vengono la maggior parte delle mie idee!
Io la chiamo "Stanzetta, Puzzetta"!
Bella privacy...

Vig.2_Hey, esci di là dentro,
Avanti un altro!!

A causa del sovraffollamento cronico, un'edificio tipo
della prigione di Avenal offre 14 tazze per poco meno
di 400 detenuti.
Le tazze sono disposte a gruppi di 3 oppure 4,
a pochi centrimetri l'una dall'altra in ambienti aperti
ed i prigionieri, per recuperare un minimo di privacy,
appoggiano bidoni della spazzatura su alcune di esse
(un separè improvvisato); questo,
in aggiunta ai frequenti guasti dovuti al continuo uso,
riduce il numero di tazze disponibili ad una media di 6 o 7...
Una ogni 50 persone!!!


Scrivetemi:

Israel Gowan T60283
310-1-43L PO BOX 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 4 febbraio 2008

I fiori di mio papà


Di recente mio papà se n'è andato e non ho potuto
vederlo prima che morisse.
Sono riuscito a parlare con lui al telefono per 15 minuti;
perchè è tutto quello che è concesso:
vedete, io sono un prigioniero.
La mia vita adesso è dietro muri e catene e recinzioni affilate.
Mio papà era il mio eroe. Era un uomo grosso,
cattivo da morire ma al tempo stesso una delle sue favorite
cose da fare era il giardinaggio.
Si, fiori, alberi e qualunque cosa possiate immaginare,
mio papà la faceva crescere.
Quel che cerco di esprimere è il mio amore per il mio
papà e per la mia famiglia.
Sono qua e mio "babbo" se ne è andato ma rimane
per sempre nel mio cuore.
Vorrei condividere una foto che mia mamma mi ha mandato:
alcune delle ultime cose che mio padre ha fatto crescere.
Papà, ci manchi, ma ti pensiamo ogni giorno.


Scrivetemi:

Israel Gowan T60283
310-1-43L PO BOX 9
Avenal, CA 93204
USA

giovedì 31 gennaio 2008

Chissà perchè


Oh, le lacrime che abbiamo pianto
quando le torri son crollate
Oh, la rabbia che abbiamo provato
mentre suonavano le campane

Ti sei mai fermato a chiederti perchè?
Che cosa può spingere una persona
a trasformarsi in bomba
dalla terra o dal cielo?
Quando urliamo libertà
o domandiamo diritti umani
quando è nel nostro interesse
o ci aiuta a dormire la notte

Siamo così vani?
Siamo così lenti?
Siamo così ignoranti?
Viviamo così in basso?

Ci sediamo e guardiamo
diciamo che ci importa
ma non facciamo niente
non osserviamo neppure

Le vite non significano niente
a meno che non siano le nostre
l'interesse Americano è l'urlo
l'interesse umano dovrebbe essere il tono

Giriamo le testequando l'AIDS li uccide tutti
quando muoiono di fame
ci vestiamo per un ballo

Altri in questo mondo
la vedono diversamente
cita tutti i dittatori
che l'America ha creato

La gente che è oppressa
vede il rosso, bianco e blu
del calzino e dello stivale
che preme sul loro petto

Dobbiamo guardare più da vicino
ciò che viene fatto in nostro nome
perchè questo nostro mondo
sta giocando un gioco mortale



Scrivetemi:

Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Tutto o niente


Così tanti uomini dentro questi cancelli
proclamano come questa sia l'ultima volta.
Loro non passano mai più da queste parti.
Perchè Gesù è loro amico.Loro diranno che hanno visto la luce
e che adesso credono.
Ma se quell'amico non è il loro Signore,
è solo il loro cuore che ingannano.
Anche se le Sue preziose parole
abbondano nella loro testa.
Se lui non possiede il vostro cuore,
siete sempre tra i morti.
Lui non può essere ingannato.
Lui conosce i vostri pensieri.
E' lui che ha creato la vostra anima.
Non pensiate di poterlo ingannare per supportare il vostro obiettivo.
Se lui non guida i vostri passi,
i vostri piedi scivoleranno.
E la vostra religione è in vano,
veleggiate su una nave che affonda.

Ritornare


Spogliato nudo
mandato via
preso da coloro
che contano di più

Abbastanza vicino
da vedere
sentire ed udire
proprio come un fantasma

Non lì quando è importante
non lì quando conta
perdendo tutti i momenti
come legato ad un palo

La vita scorre via
mentre sei inchiodato nel passato
non sei più là
non più ingessato
Adesso vicino alla fine
c'è una calma e gioia
sì, la paura è tornata
mentre questi ultimi momenti passano.



Scrivetemi:

Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

mercoledì 30 gennaio 2008

Il mio angelo


Ricordo bene, quando ero piccolo,
uno dei modi in cui l'amore di Dio si rivelava.
Lui mi mandò un angelo, dolce.
Era il mio personale.
Quando sono caduto, ha attutito il colpo.
Quando ero perso od impaurito, l'ho sentito chiamare.
Ogni volta che dicevo la mia preghiera serale,
lui era vicino a me, inginocchiato lì.
Se avessi avuto fede, lui non se ne sarebbe mai andato.
O abbandonato o tradito.
Ma invecchiando, mi sono allontanato.
L'ho lentamente spinto fuori dal mio cuore.
Ho presto scordato che era lì.
Troppo impegnato con la mia vita per condividere.
La mia pena ed errori mostrati chiaramente.
Non potevo farcela da solo.
La mia vita continuò alla deriva finchè non venni salvato.
Il suo Spirito Santo, Dio mi concesse una grazia.
Il mio cuore, quel giorno, si riempì di gioia
mentre sentivo la Sua voce guidarmi.
Lui mi ricorda di un caro vecchio amico.
Questa volta ascolterò fino alla fine.

martedì 29 gennaio 2008

Un invito alla preghiera


Vorrei mettere in luce un piccolo problema che abbiamo qua alla
Prigione di Stato di Avenal.
Lo so che noi siamo prigionieri, e siamo tutti colpevoli di
un qualche crimine ma le nostre famiglie non sono colpevoli
di nient'altro a parte il fatto di amarci.
Sfortunatamente durante le visite loro sono ancora
trattati duramente, ed a volte vengono fatti aspettare per ore
e spesso vengono umiliati fino ad essere fatti sentire in colpa.
In qualunque caso, le nostre famiglie
non dovrebbero essere misfrattate.
Forse questo succede a causa del sovrappopolamento quà
ad Avenal State Prison, io non lo so per certo.
Quindi per favore unitevi a me nel pregare
perchè questo tipo di trattamento finisca.
Possa Dio benedire la vostra vita.



Scrivetemi:


Daniel Larson - F40838
310-1-9L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 28 gennaio 2008

Cowboy


Scrivetemi:


Richard Arcinega - B82619
Building 310
Po Box 9
Avenal, CA 93204
Usa

Sul diventare cinquantenne


Come volano gli anni. Sembra quasi che un attimo stai facendo la maturità, l'attimo dopo sei sposato e con i figli. L'entusiasmo del trovare un buon posto di lavoro con una buona ditta diventa una macina quotidiana, e dopo vent'anni di lavoro, famiglia, divertimenti, alti, bassi compi cinquant'anni. Per molti cinquant'anni significa l'ultima grande avventura, per altri l'inizio di quell'ultima discesa sdrucciolosa, per altri ancora una pietra miliare resa irrilevante dai malaugurati tempi in arrivo; quest'ultima mi descrive molto bene.
Compiere i cinquanta è stato quasi noioso per me. Si, i tipi dell'ufficio mi hanno sorpreso decorando/rovinando il mio cubicolo. Poi c'erano paste golose e biglietti per ricordarmi del mio impedente bisogno di Viagra. Tutta bella roba, ma incupita dalla consapevolezza che la mia vita così come la conoscevo sarebbe presto finita.
In due mesi sarei stato in custodia del Dipartimento di Correzione della California (CDC).
Provate a pensare all'ultima volta che avete guidato vicino ad una prigione. Vedete il filo spinato, le torri di guardia, i prigionieri in blu o rosso. Vi viene quel tipo di disturbo che si prova guidando vicino ad un incidente stradale. Quel che ti passa per la testa è, "speriamo in dio di non finirci mai". Beh, io ci stavo finendo; "oh, what a feeling".
Come fa un cinquantenne, una volta un cittadino obbediente alle leggi, a chiudere con la sua vita?E' un disperato, accanito, ma futile tentativo di evitare che la sua vita finisca in pezzi. Famiglia, amici, lavoro, tutto è perduto, eccetto per un paio di ostinati.
E' come strappare una pianta del terreno. Le radici che lo legano alla famiglia ed alla comunità tagliate, rotte, e strappate finchè non è rimosso dalla società. L'esperienza è stata estremamente traumatica per me e per quelli lasciati indietro diventano un peso costante sul mio cuore.
In CDC avrei cominciato un processo di transizione da solido cittadino e contribuente di tasse a soggetto di terza classe e consumatore di tasse.
Comincia tutto con l'essere sminuito e spogliato della dignità.
Avendo sempre rispettato le autorità, ed essendo stato ricambiato, sono rimasto scioccato dal trattamento calloso ed a volte sadistico dagli ufficiali di correzione. Mi è stato detto senza mezzi termini che adesso ero "proprietà del CDC". Ho presto scoperto che come proprietà veniva danneggiata.
CDC è enorme. Loro hanno un sacco di proprietà come me pigiati il più possibile dentro celle enormi. Ho compiuto cinquanta tre anni fà; ero un uomo di famiglia, giocavo a golf, avevo amici, ero un buon cittadino. Adesso sono la proprietà numero V4xxx6 di CDC.



Per Broonzy scrivere a:

Carlo Parlanti - F25457
310-1-12U PO BOX 9
Avenal, CA 93204
USA



sabato 26 gennaio 2008

A Carlo e Katia

Norman Wayne Willhoite C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

mercoledì 23 gennaio 2008

Donna incinta




Scivetemi:



Richard Arcinega - B82619
Building 310
Po Box 9
Avenal, CA 93204
Usa

Non sarò mai normale

Non sarò mai normale

Un pò come

Una staccionata di legno

Sopravvissuto al buio

Visto il brutto

Sentito l'alito del mostro

Ingabbiato in una mente

Da traumi passati

Lottando per essere libero

Spaventato di mollare

Impaurito di attaccare

Il piacere della vergogna

Non sarò mai normale

Ma va bene

Ciò non mi definisce

oggi




Scrivetemi:


Norman Wayne Whillote C29683

310-2-61L Po Box 9

Avenal, CA 93204

USA

Non sarò mai normale



Non sarò mai normale
Un pò come
Una staccionata di legno

Sopravvissuto al buio
Visto il brutto
Sentito l'alito del mostro

Ingabbiato in una mente
Da traumi passati
Lottando per essere libero

Spaventato di mollare
Impaurito di attaccare
Il piacere della vergogna

Non sarò mai normale
Ma va bene
Ciò non mi definisce
oggi



Scrivetemi:



Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Ritratto di un uomo


Scrivetemi:


Richard Arciniega - B82619
Building 310
Po Box 9
Avenal, CA 93204
Usa

mercoledì 16 gennaio 2008

Leggi sulla cintura obbligatoria e casco



La responsabilità è il fondamento della fibra morale di una nazione. Ogni volta che viene mostrato, dove una cintura od un casco sono la causa di morte o lesioni, comunque, lo stato dovrebbe essere ritenuto responsabile per le azioni, che esso impone ai suoi cittadini. Come può una nazione ritenere la propria gente responsabile se non è in grado di rispondere per le proprie trasgressioni?Il libero arbitrio non dovrebbe essere messo sotto il controllo di nessuno, eccetto per la persona che lo possiede. Non ci dovrebbero essere leggi che proteggano i cittadini da se stessi. Chi sarà responsabile quando queste leggi non funzioneranno? La gente non può essere ritenuta responsabile per ciò che non è più in suo potere.I grandi padri fondarono una nazione opposta al dominio tirannico, e misero questa nazione nelle mani dei più affidabili, le mani dei governati.Noi, il popolo, abbiamo bisogno di esercitare il nostro controllo con completa discrezione, ed educando noi stessi così da poter prendere decisioni informate. E' responsabilità di coloro che mettiamo al potere di informarci in una maniera veritiera e fattuale, non di controllarci con la paura, o di trattarci come se non potessimo governarci da soli perchè noi possiamo, e l'abbiamo fatto mettendoli in carica. La tirannia comincia con regole che ci proteggono da noi stessi.
Noi siamo un popolo libero, non fruscii del sistema.



Scrivetemi:

Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA