giovedì 28 febbraio 2008

Furori trattenuti


Questa è una storia
che vorrei raccontare
di come è successo,
che sono finito all'inferno.

La vita era appena iniziata
ma, finì altrettanto in fretta
era una vita che valeva
con tutto quel che valeva
con tutto quel conflitto mentale?
Oh, la libertà
mai arrivata
il ladro di anime bloccato
era lui il bersaglio.

Altre morti
iniziaronoin questo gioco
nessuno ha vinto.

Ciò che è stato preso
non può essere restituito,
con la lama di un coltello
od il prendere una vita.

Paura
confusione, e dubbio
non se ne andarono
con ciò che ho fatto, quel giorno.

La rabbia prende il controllo
dirigendomo stranamente
non subito
ma, molto lentamente.

Paura e vergogna
hanno controllato la rabbia
chiedendo qualcosa in cambio
per non causare un disastro.

E' saltato fuori lentamente
poco per volta
prima droghe, poi alcool,
e sudiciume sessuale.

Niente ha riempito lo spazio
niente lo ha restituito
niente ha cancellato le memorie
dell'anima rubata.

Uccidere quel mostro non ha aiutato
a liberare il furore
distrutto così tante vite
con una tomba ed una gabbia.

Non ha reso niente
anzi ha preso di più
madri hanno pianto
e così tanti son morti.

Adesso che sta finendo
è più sotto controllo
esposizione significa slegare
il rilascio dei furori trattenuti.
Scrivetemi:
Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Nessun commento: