giovedì 27 dicembre 2007

Pensieri


Debbo per forza chiedermi cosa possa io fare per trovare una risposta all'equazione della vita.
Se contemplo questa sorprendente equazione, mi ritrovo sempre a girare intorno al fatto che gli esseri umani sono stati messi sulla terra per amarsi l'un l'altro, non sembra davvero così difficile da capire.
Perchè non esiste nessuna emozione che soddisfi l'anima quanto l'amore; l'amore è la parola più forte di tutto il vocabolario! C'è forse qualcosa che significhi di più?
O che sia più importante dell'amore? Non penso proprio!
Perchè Cristo stesso ha detto che ciò che ci chiede è amore; amore per lui e per tutta l'umanità. Io credo che l'amore sia la soluzione all'equazione della vita! Rinchiuso in prigione come sono, senza familiari od amici in vita nel mondo là fuori, e vivendo immerso ogni giorno nell'odio che prospera qua dentro, mi ritrovo di fronte l'esempio perfetto di ciò che la vita non dovrebbe essere!
Non penso che qualcuno volesse veramente farmi imparare qualcosa da questa completa assenza d'amore, ma qua sono.
Ecco perciò un piccolo pensiero che vorrei regalare sia a voi che a me stesso: proviamo a ripartire dall'amore, cominciando prima a casa e camminando poi con "Lui" nel mondo, al lavoro, con amici o sconosciuti e vediamo se per caso non è questa la soluzione migliore...
Io sono sicuro che lo sia...


Dio vi benedica e
possa la pace essere con tutti voi.
Daniel Larson - F40838
310-1-9L
PO BOX 9 Avenal,
CA 93204 USA

Mi manchi da Carlo a Katia by Norman


Disegnato da
Norman Wayne Whillote C29683
310-2-61L Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

venerdì 21 dicembre 2007

Oh Dio perchè (Teshuvah)



1_
Oh Dio perchè ti ho abbandonato
I miei peccati sono grandi i miei peccati terreni
Ancora più grandi sono i miei peccati spirituali
Mi sono allontanato così tanto da te
E nell'attimo in cui te l'ho chiesto tu mi hai riaccolto
Mi hai restituito ciò che ho perso e anche di più
Mi hai messo al posto d'onore
Gli uomini mi hanno offerto potere e prestigio
Io non ne desidero alcuno
Solamente esserti vicino
Per averti sempre presente nella mia vita
In te io sono realizzato.

2_
Oh Dio mostrami le tue strade
Io sono come un giovane con poca conoscenza ed esperienza
Insegnami a camminare nel tuo sentiero
Ad ascoltarti
A compiere le tue buone azioni
Tienmi lontano dalle tentazioni Apri la mia mente
Così che io possa vedere il male e non invitarlo dentro di me
Fammi vedere come respingere azioni e pensieri sbagliati
Fammi vedere come riempire la mia vita col pensiero di te
La mia vita è sempre in pericolo
Insegnami ad essere al sicuro
La mia anima è sempre in pericolo
Proteggimi signore
Porta via i pensieri negativi
Non invitare ladri nella mia casa
Proteggi la mia famiglia Porta a tutti loro cose buone
Spero che possiamo tutti imparare ad amare il Signore
con tutte le nostre anima, forza e mente accorate
Spero che tu dimori sempre nel nostro cuore.

3_
Ho Dio perdonami per le mie trasgressioni
Insegnami a vivere seguendo le tue strade
Toglimi la mia tendenza al male
Sii cortese con me
Fa brillare la tua luce su di me e sulla mia famiglia
Sii dolce e misericordioso.

4_
Oh Dio ho sempre bisogno di te
Senza di te io sono meno che polvere
Il mio spirito era morto finchè tu lo hai resucitato
La mia vita era finita ma ora sono rinato
Ero ubriaco delle passioni del mondo
Adesso sono sveglio a lodarti continuamente.

5_
Signore, alza i tuoi occhi e nota il tuo servitore
Io che ho lavorato per molti anni in campi stranieri
Senza risultati perchè ho perso tutto ciò che era prezioso
Adesso ti chiedo di tornare ad abitare nella terra dei miei padri
Di pregare all'altare del mio antenato
Di piangere mentre imparo della sofferenza della mia gente
Di essere consumato dal dolore per la loro morte e distruzione
Di giacere nudo di fronte a te nascondendo niente.

6_
E quando ritorno al mio Dio
Che cosa terrà lontano da me
Che cosa mi negherà
Perchè lui ha detto che metterà
Tutto nelle mie mani
Io gioisco perchè mi sono svegliato
Ho rimosso le catene dalle mie mani e piedi
Ho scelto di camminare sulla strada del giusto
Dio vive in me ed io in lui
Grazie Dio per la tua grazia e divina provvidenza.


Possa la luce di Dio risplendere attraverso me


Ogni giorno cercherò opportunità per:


Essere gentile,
sollevare lo spirito di qualcuno,
fare qualcosa di buono,
rendere una brutta situazione migliore.

Io sono una luce nel buio


Al di la di tutto:


Ciò che ho fatto nella mia vita,
ciò che la gente pensa di me,
le mie situazioni oppure dove dormo alla notte,
come appare il mio futuro.

Per Sofy

Scrivetemi:


Daniel Woodward T56711
350-1-65U
Avenal CA 93204
USA

martedì 18 dicembre 2007

L'urlatore mugola


C'e un uomo qui che ormai ha urlato per due settimane...di continuo.
E' stato rinchiuso in una sorta di incubo od agonia perpetui, urlando ogni qualvolta mi fermo ad ascoltare.
A colazione, ascolta... puoi sentire la sua assurda ballata.
A cena, la sua voce stridula risuona in contrasto con la distante sirena che chiude la conta.
Alle dieci di sera durante i controlli istituzionali degli allarmi, i suoi urli si uniscono alle campane ed alle sirene.
Ero sveglio come al solito alle tre e mezza del mattinomentre i suoi urli vomitavano bestemmie inarticolate verso quel Dio che gli ha consentito di vivere questa pena infinita dentro questo inferno senza fine.
Ancora, in piedi fino all'alba, ho finalmente chiuso i miei occhi mentre diventavano globi stanchi. I demoni ed i diavoli mi stavano strappando le carni, masticando il mio fegato abusato, facendo un pasto della mia anima.
Sveglio, il sole del meriggio disegna un tatuaggio sulla mia faccia attraverso la stretta finestra. Resto sdraiato un attimo, preso tra un quasi sonno e la consapevolezza di quel luogo da mezzo sogno, sveglio per metà... crogiolandomi in quella pace fugace del silenzio prima che le conseguenze di tutta quella calmami colpiscano con tutta la loro forza.
Ho cercato per un po' di sentire gli urli. Poi, ciò che ho sentito ha mandato brividi dritto al cuore del mio essere...
Sembra che l'urlatore abbia perso la voglia di lottare ancora...
perchè adesso, l'urlatore mugola.



Scrivetemi:


Michael Geffner K91323
310-1-71L
PO BOX 9 AVENAL,
CA 93204 USA

sabato 1 dicembre 2007

La prigione è un posto




La prigione è un posto dove il primo prigioniero che vedi sembra il tipico ragazzo universitario americano e resti sorpreso. Più tardi sei disgustato perchè le persone fuori hanno ancora gli stessi pregiudizi per i prigionieri che avevi tu prima...
La prigione è un posto dove scrivi lettere e non riesci a pensare a niente da dire. Dove gradualmente scrivi sempre meno lettere e finalmente smetti completamente di scrivere...
La prigione è un posto dove la speranza sgorga eterna, dove ogni apparizione di fronte alla commissione per la parola significa una possibilità di uscire, anche se le statistiche sono disperatamente contro di te...
La prigione è un posto dove la fiamma brucia piano in ogni uomo. Per alcuni si spegne, ma per molti continua a scoppiettare debolmente, a volte lampeggia luminosa, ma non sembra mai bruciare come faceva una volta...
La prigione è un posto dove trovi capelli grigi in testa o scopri che i tuoi capelli stanno scomparendo. E' un posto dove ti ritrovi con denti falsi, occhiali più forti e disturbi e dolori che non avevi mai sofferto. Un posto dove diventi vecchio e te ne preoccupi...
La prigione è un posto dove odi dietro denti serrati, dove vorresti picchiare, calciare, e graffiare e ti domandi se gli psicologi sanno di cosa parlano quando dicono che in realtà tu odi te stesso...
La prigione è un posto dove impari che nessuno ha bisogno di te, che il mondo fuori va avanti senza di te...
La prigione è un posto dove puoi stare anni senza il tocco di una mano umana, dove puoi stare mesi senza sentire una parola dolce. E' un posto dove le tue amicizie sono superficiali e tu lo sai...
La prigione è un posto dove vieni a sapere del divorsio di un amico e non sapevi neppure che eri sposato. E' un posto dove senti dire che i figli del tuo vicino si diplomano a scuola... e tu pensavi che non avessero neppure cominciato...
La prigione è un posto dove tu sei più furbo della commissione per la parola perchè tu lo sai quali sono in tipi che righeranno dritto e quali no. Tu sbagli per lo meno quanto i membri della commissione, ma tu non lo ammetti e nemmeno lo fanno loro...
La prigione è un posto dove aspetti una visita promessa. Quando non arriva, ti preoccupi per un incidente d'auto. Poi vieni a sapere la ragione per cui non sono venuti. Sei felice che non fosse niente di serio... e deluso perchè una sciocchezza così gli ha impedito di venirti a vedere...
La prigione è un posto...oppure è un attitudine?





Scrivetemi:




Sergio Contreras - C65663
350-1-53L
PO BOX 9AVENAL,
CA 93204 USA

mercoledì 7 novembre 2007

Katia


Scrivimi
Richard Arcinega - B82619
Building 310
Po Box 9
Avenal, CA 93204
Usa

venerdì 19 ottobre 2007

Leggero come una piuma

Leggero come una piuma, sto,
e quando mi giro a guardare indietro al pericoloso cammino che ho percorso,
stupito ringo all'aver scampato per così poco le scarpate messe di fronte a me.
Adesso il mio sforzo a procedere si circonda di un'atmosfera di mistero ed intrigo.
Debbo arrivare alla fine del mio viaggio,
così da vedere i sorrisi di coloro che amo.
Il mio cuore agogna quel momento di estasi quando le mie lacrime sgorgheranno di pura gioia alla vista della mia cara piccola.
Lascia che la mia convinzione si rinforsi ancora alla realizzazione dell'essere.


Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

domenica 14 ottobre 2007

Risvegliato


Combattuto tra orrori io sono, i misteri della vita ricerco,
ma il velo davanti ai miei occhi spesso come fumo ha riempito la stanza,
separandomi per il momento.
Mi sono messo contro cio che sta in agguato nelle ombre.
Sto salendo al di sopra dell'ignoranza e non ho accettato i limiti e le illusioni dell'ambiente umano.
Per guidare il desiderio di imparare dentro di me,
di crescere e poi insegnare,
con le parole e con l'esempio.
Debbo capire a cosa obbedire!
Mi risveglio con un piano completamente disegnato nella mia mente,
come se il mio cervello dormiente ci avesse lavorato su tutta la notte.


Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 13 ottobre 2007

Virtù

Me ne sto nell'ombra mentre osservo il venire e l'andare delle cose intorno.
Lo spirito che impregna tutta l'aria,
è ignorato dalla maggioranza del pericolo che possiede!
Quando il sole è alto e le masse si avvicinano,
riesco a sentire la caotica energia della voce ed il suo richiamo per me.
E' pericolosa questa energia così forte,
ma io ne sfrutto quel poco che riesco a gestire.
Luccicanti nell'oscurità,
ci sono delle istruzioni nella forma di comandi di una sola parola...
Ascolta, senti, pazienza, silenzio, gentilezza, forza,
calma, umiltà, coraggio e rispetto,
e la lista continua.
Sono arrestato!


Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

giovedì 11 ottobre 2007

Siamo tutti un po emigranti


I libri di storia sono pieni delle vicissitudini dei più famosi movimenti migratori. Alcuni crescono e si sviluppano in silenzio all'interno di ambiti nazionali come la "dust bowl migration", resa famosa da un capolavoro di Steinbeck, che negli anni della depressione statunitense portò centinaia di miliardi di contadini dal mild west alla California. Altri esplodono rumorosamente attraversando confini nazionali ed addirittura continentali, come il recente "assalto all'oro" che sta diventando l'ancora di salvezza per cosi tante disastrate popolazioni africane. Ad essere onesti nessuno di noi può esumersi dal contare nel passato della propria famiglia un qualche movimento migratorio. Infondo, la storia della civilizzazione è anche la storia delle migrazioni dell'umanità. Infondo siamo tutti un pò emigranti. In qualche modo i grossi flussi migratori sono sempre generati da un bipolarismo del tipo disastro-speranza. Da una parte abbiamo una spinta spesso consistente in una vera e propria minaccia per la vita di intere popolazioni come povertà, fame, genocidi, etc. dall'altra un catalizzatore di speranze per un futuro migliore o meno pericoloso come il "sogno americano" del secolo scorso o quello europeo corrente. Ed è proprio con questo bipolarismo che nascono i problemi associati in gran parte migratori più grandi. Si perché i possessori di quel "benessere da sogno" sono determinatissimi a difenderlo dall'usurpazione degli emigranti. Negli Stati Uniti immigrare clandestinamente è un reato federale, punito con ben tre anni di carcere. In qualche modo deve essere sfuggito al legislatore a stelle e strisce che per un povero messicano che rischia di morire di fame la "minaccia" di tre anni di vitto e di alloggio pagati in un carcere USA non rappresenta esattamente un efficace deterrente. Ed infatti l'ondata migratoria che colpisce il Sud degli States è più forte che mai.
Ma non è la migrazione in se stessa a rappresentare un pericolo per il benessere della popolazione oggetto del flusso, quanto semmai la serie di possibili eccessi che quasi inevitabilmente si accompagnano a questo tipo di ondata. La migrazione in se e per se è anche un bene, perché, per esempio, facilita enormemente gli scambi fra culture mature. Recenti studi hanno dimostrato come lo sviluppo di comunità separate sia massimizzato da scambi limitati in volume e nel tempo, un pò come accade nel caso di ondate migratorie. Questo tipo di modello risulterebbe essere più efficiente non solo di comunità completamente separate, ma anche addirittura di comunità in costante contatto di tipo "globalizzato". La migrazione in se e per se è sempre un bene, perché, sempre per esempio, risponde nella maggior parte dei casi ad un esubero di posti di lavoro "poveri" disponibili nell'economia ricevente. Al giorno d'oggi in Italia esiste un cronica mancanza di base e di supporto, ed ecco che i Paesi dell'est europeo sono pronti a fornire tale personale. Abbiamo agenzie in Italia che si occupano di reclutare questo personale, istruirlo sia nella lingua italiana che in tecniche ospedaliere, ed aiutarlo con il completo processo di immigrazione. In California sussiste un ancor più cronica mancanza di operatori agricoli per soddisfare le necessità lavorative del "giardino degli USA" ed ecco che prontamente il Messico soddisfa questa necessità di personale, anche temporaneo o stagionale. Negli States e nell'Europa mancano programmatori e disegnatori per rispondere all'esplosiva richiesta di siti sistemi e siti internet ed ecco che l'India, il Sud Africa ed alcuni Paesi dell'est Europeo rispondono più che volentieri a quella necessità. Quello che insomma dovremo combattere non è l'ondata migratoria, bensi la disorganizzazione che nasce intorno a questi movimenti, soprattutto nei momenti in cui essi diventano più grandi tanto da sfuggire ad un controllo sistematico. E' in questi momenti che la crescente disperazione fa nascere i gommoni della speranza, fa straboccare i centri di accoglimento, sino a farli assomigliare al lager, trasforma il migrante da cercatore di lavoro al ricercatore di sopravvivenza disposto al crimine pur di non morire. Siamo tutti stati emigranti, in un momento o un altro della storia, e con questo pensiero in mente dovremmo smetterla di cercare di bloccare qualcosa che è parte dello sviluppo della civiltà, per cercare invece di 'capirlo' e di 'organizzarlo' al massimo in modo da evitare, per quanto possibile, le degenerazioni che sono il vero nemico, nostro e degli emigranti stessi.



Scrivetemi:


Carlo Parlanti - F25457
350-2-58X PO BOX 9
Avenal, CA 93204
USA

martedì 18 settembre 2007

Pena nascosta


La bellezza che giace dietro le ferite e la pena, che ha sofferto per colpa di
quelli che professavano di amare e di interessarsi, sta usando tanto impegno
per risalire alla superficie.

E' così stancante rimanere aggrappati ad un sottile filo di speranza, per un
futuro che valga la pena di vivere.

Perchè grigi sono stati i giorni ed ancora con spaventata anticipazione del
domani, io rimango.

Nel mezzo della notte io trovo il mio conforto, negli scuri recessi della mia
mente.

Contraddittori sono i miei desideri, così come i fatti sono contro di me.

Devo trovare una via verso una strada sicura sebbene possa essere stretta,
perchè la semplicità porta contentezza.

Tutto il male sta in agguato, dietro un sorriso, chi sa? Una risata potrebbe
nascondere buie intenzioni. Quindi fa attenzione all'uomo che finge di
zoppicare.

Perchè la bellezza si vede da lontano, è genuina, così avvicinandosi di sbiego,
lentamente ma di sicuro, quell'immagine che vedi, diventa il riflesso di te
stesso.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

domenica 16 settembre 2007

Lasciar perdere


Posso vedere la tua mente, attraverso i tuoi occhi, e nonostante la stanchezza e le tue lacrime di frustazione, lo spirito di nobiltà tu lo possiedi.

Mi avventurerò a dire, che il tempo ha regalato urgenza ai tuoi passi, e con radicale determinazione, tu puoi costruire un futuro che valga la pena di vivere.

Ascoltami, ti do un consiglio. Anche se con sforzo, devi cacciar via le memorie, affinché non ti consumino con tristezza e rabbia.

Non ti inginocchiare davanti a nessuno confessando ignoranza! Perchè tu ben sai cosa si deve fare.

Tu hai reso schiavi i tuoi ricordi, per quanto bui essi siano. Accendi una luce su di loro e se ne andranno.

Le mie stesse paure mi imbarazzavano, ma non più. Le ho accese di proposito, e dentro i pacifici risvolti del mio cuore, giace questa fiamma, bruciando per sempre...che è amore.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

venerdì 14 settembre 2007

Riflesso


Hei Paulie, lo so che ti ha fatto effetto.

Lo so che sei stato in una galassia, dove sei stato esposto al dolore, alla sofferenza, alla tristezza, alla fame ed alla sete.

Lo so che hai visto tutti i tipi di conflitto per l'abuso di droghe, l'abuso fisico e sessuale.

Lo so che hai visto l'inizio della vita e la sua fine.

Lo so che hai provato l'avere a sufficienza e l'avere solo il bisogno.

Lo so che sei stato vicino alla morte in numerose occasioni. Che hai visto persone amate morte e persone amate morire.

Lo so che hai udito i pianti degli altri ed il tuo stesso.

Lo so che sei stato accoltellato, che ti hanno sparato, e lo so che hai fatto la tua parte accoltellando e sparando e colpendo i tuoi bersagli.

E' questa la felice curiosità, non eri da solo. Io ero con te in ogni momento...si, quello davanti a te nello specchio.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 10 settembre 2007

Alzati


Adesso devi liberarti della tua pigrizia, colui che riposa sugli allori o sotto una copertura, non può raggiungere il successo.

Colui che desidera o che vuole deve circondarsi di quelli che debbono...avere.

Spiegati con le azioni, perchè la mancanza di parole è sufficiente per me.

Una richiesta corretta, deve essere incontrata in silenzio, dall'azione.

Come fai a dire, che cosa deve essere, se puoi vedere, con un occhio solo?



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

domenica 9 settembre 2007

Arte di Avenal State Prison


La Natura

Scrivimi

Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

mercoledì 5 settembre 2007

Gocce di lacrime


Vedere negli occhi di qualcuno che non può parlare, ma le parole che io ascolto a voce alta come il sangue della vita macchia le sue vicinanze.

Nelle macchie di altri io sono divenuto quelle vicinanze e le le parole della mia bocca sono ciò che ho sentito, dagli occhi che ho visto piangere. Il bambino di una madre è ciò che era.

Non potrà mai essere dimenticata dalla mia memoria, l'immagine di quegli occhi.

Le parole dei loro pianti ed i riflessi del mio come un ricordo, per sempre sconosciuto.

Assolutamente incapace di decidere. Io ho adesso l'orrore di un fiume di lacrime.

Mi ricordo le sue molte qualità, il suo temperamento paziente, la sua laboriosità, la sua allegria ed il tenero amore per me.

Non posso esprimere i suoi sentimenti o descrivere la vastità della mia perdita.

Ciò che io ho fatto...è fatto!



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

martedì 4 settembre 2007

L'uomo nero


Ehi tu, tu che sorridi, dimmi, sarò lieto di avere qualcosa di cui ridere.

è divertente, come certi ricordi vengono a galla senza nessuna buona ragione.

Per un momento ero un bambino, sensibile al tocco, sempre pronto per una
buona storia.

Storie di buio, macrabe e pazze. Non le dimenticherò mai, perchè dopo ero
spaventato per giorni, soprattutto di notte.

Il buio e le ombre della gente aspettano pazientemente per me, come se
avessero l'eternità.

Può sembrare strano, ma ho sempre sentito questo brivido, che gelerebbe il
mio cuore.

I peli sulle mie braccia si rizzano e, si...anche sul mio collo.

Sempre pronti, sono coloro che vogliono, a tirarmi sotto il mio letto, ed il mio
sgabuzzino mi accetterebbe sempre ben volentieri.

Non ho mai visto la faccia dietro quei grandi occhi verdi.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

La profondità della sofferenza


Nella profondità della sofferenza mi sono tuffato, nel momento in cui l'incontro
della concezione si avverava.

Perchè mai la vita deve essere concessa in innocenza e morte seguita dalla
colpa?

Sono questi alcuni dei miei pensieri preoccupanti e delle domande che così mi
disturbano.

Ho guardato più a fondo nel reame delle scuse e sono venuto a galla con una
speranza irrazionale.

La mia voce è piena di disprezzo per questo fatto.

Non sono mai stato in grado di credere alle parole offerte così facilmente. Sono
abituato all'insincerità offertami in modo suadente, ma sono fatti del cuore
quelli cercati, difficili da esprimere, io sono, perchè c'è molto di più in giuoco.

Con rabbia escludo la sofferenza della perdita, così che la distanza possa
mettere radici.Invece di dirlo, rivolgerò un'altra domanda.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 3 settembre 2007

Di guardia


Sono stato messo in una posizione che può far divenire le mie mani rosse in ogni
momento ed avere questa responsabilità è veramente pesante e stancante.

Non ho molti rinfreschi perchè mi hanno subito messo all'interrogatorio con migliaia
di domande improvvise.

Adesso che cosa può significare questo? Sono io adesso un uomo bandito? Lo so bene di
essere seguito con estremo interesse.

Io sono da solo, perchè il mondo e la morte e l'umanità di alcuni, ci ha diviso per
sempre.

Ho deciso che la mia difesa contro questi rapinatori, dev'essere la mia solitudine.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

domenica 2 settembre 2007

Legata


Consentimi di legarti con la mia corda di parole, mentre arresto la tua attenzione e
ti tengo prigioniera.

Ti bacerò e ti renderò muta, come se fossi imbavagliata.

Non ti muovere, girare o torcere, per capire, perchè le corde delle mie parole si
stringeranno solo di più.

Guardami negli occhi e capisci che non intendo farti del male.

Arrenditi al tuo carceriere e dillo: che tu sarai la sua signora, così che io possa
dire, che sarò il tuo uomo.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

Mamma


Il panico ha preso la mia mente per un attimo mentre carboni ardenti di agonia
hanno bruciato il mio cuore, al suono del pianto di una piccola bambina, per sua
madre...mia madre!

Mi mancherà per sempre il tenero amore che mi riservava.

Una donna coraggiosa piena di spavento e tenuta al suo posto, dal suo ruolo
sottomesso.

Le ho dato la mia parola, mi fece promettere, di essere il tutore dei miei fratelli,
e ciò sarò!

Che bene ci sarebbe nel dire "ti amo"? Desidero parole migliori, ma non ce ne
sono.

Disperato io sono, prestato non per disdegno. Il pensiero che mia madre se n'è
andata, mi ha portato lacrime infinite e mi ha schiacciato con il dolore.

La vita sembra desolata, ma non senza motivo.

Perchè ieri è il giorno, che ha spinto oggi nel domani, ed è per questo che vivo,
perchè il sacrificio di mia madre non sia vano.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 1 settembre 2007

Tempo


Spaventato dall'invecchiare, io sono.

Mentre la decadenza del mio corpo e mente corre avanti, non posso far a meno di chiedermi, che cosa pensa qualcuno così vecchio come lui.

Ha già lui passato a me quello che deve essere? Sta aspettando di essere rassicurato da me, che io ho imparato, così che io posso andare a insegnare?

Io cammino in silensio con lui, sapendo che mi viene insegnato.

La fonte del suo lavoro, mi sopraffà con addizione, per il resto della mia vita.

Domande di molti, risposte assicurate.

Passo per passo, camminerò con lui. Se mai lui decidesse di parlare con me, spero che dica; io ce l'ho fatta.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

Pre-giudicato




Non vedo più il calore dell'amicizia ed affetto, che mi erano una volta mostrati.

L'occultamento della verità viene rivelato dalla facciata dei tuoi occhi e postura, quindi chiudili e parla, io saprò la vera natura del tuo cuore.

Come uno si avvicina uscendo dal buio, io ho scoperto attraverso le drammatiche e terribili esperienze dei pochi anni passati.

Io ero davvero sopraffatto e colto alla sprovvista, e sarei caduto, se non fossi stato già disteso.

La memoria di ciò che vidi mi causò una debolezza nella vera fibra del mio essere - una sensazione come il vapore di acqua bollente che penetra nei miei fianchi e paralizza il mio cuore.

Così è con riverente ed imminente profondo rispetto, che la mia ricerca della verità è finita, con incessante coraggio e diligenza, influenzata da una scintilla di luce, data da altri ed evitata da alcuni, per un futuro migliore.




Scrivetemi:



Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

martedì 28 agosto 2007

Immagini del cuore


Immagini del cuore è quello che si da, così
attraverso duro lavoro ed appassionate domande
ridirette, si continua semplicemente ad estendere la
grande tradizione del fuorviare.
Io continuo appassionato, come mi è stato insegnato
dai miei dintorni, per provare di più.
Perchè la percezione dell'invisibile, è tempo
legato, e mi trattiene in questa sicura cecità, che
consente di vedere cose di altro tipo, ciò che io
non posso escludere come essere.
Prima debbo descrivere cosa sto cercando, istruzioni
nell'arte del vedere ce l'ho di già ed attraverso i
miei occhi io cerco di sottecchi.
Ho un desiserio di vedere al di là di ciò che la
mia solita vista mi dice. Io sono in uno stato
alterato.
Mi aggrappo alla terra che mi fa smarrire e non
appena ho guardato nello specchio e visto la sua
faccia, adesso che è legato e viene interrogato, non
può più correre via.
Debbo aprire completamente le porte e camminarci
attraverso.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

domenica 26 agosto 2007

Tra pensieri cupi


Fa male vedere alcune delle scene, che mi passano davanti, quando si vive qui
come faccio io...nella mia mente!

A volte sembro un uomo scolpito nella pietra, eccetto per il fatto che una
lacrima scendeva giù silenziosamente da ciascun occhio.

Accumolati dentro di me ci sono volumi di conoscienza della tristezza di altri,
causata da coloro che non prevedevano con il seme del male, dentro le loro
menti non ancora cresciute.

Io ho visto e posso testimoniare la ferocia, che sembrava innata.
Estremamente instabili loro sono.

Siedo tra pensieri cupi, perchè il piacere non si avvererà.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

V-76259


Nel mio mondo non c'è gioia, non sono sicuro se l'ho persa o è stata rubata?

Nella temporanea sicurezza della distanza, la cercherò.

In questo mondo ci sono tanti buchi ed in uno di questi, ci sarò anch'io.

C'è sempre una scintilla che colpisce l'occhio. Non è una meraviglia?

Ho emesso un sospiro turbato, quando ho inizialmente saputo, e con amaro riconoscimento ho fatto un sorriso debole e vuoto.

Perchè dovunque io vada, lo devo affrontare. Prima si comincia, e prima si finisce! Questo ho imparato.

Appena arrivato ho notato, che con calcolo psicologico, le emozioni stavano cambiando i colori.

Sogni paralizzanti dell'ooccupare un tale posto, mi riempivano.

Una fredda realizzazione mi fa venire la pelle d'oca, che adesso sono diventato un numero.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

giovedì 23 agosto 2007

Pensiero profondo


Non appena sono stato interrotto dal mio volteggiare, ho dovuto fermarmi e ricompormi perchè il mondo intorno continuava a girare.

Con gli occhi chiusi, non parlo ed in questo buio, si ritrova la realtà.

Uno deve fermarsi e prendere il tempo di non ascoltare niente, di sentire tutto.

Ed in questo regno di pace e tranquillità, si forma un sorriso.

Si estende a te un invito ad un viaggio di buio, dove così tanta luce illumina.



Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

martedì 21 agosto 2007

La mia arte



Julio Martinez V96358
350-1-64M Po Box 9

Avenal, CA 93204
USA

domenica 19 agosto 2007

L'acqua è più densa del sangue



Sebbene non rimpianga il mio sangue, ho cominciato a capire le mie cicatrici e la mia eredità, ed eppure io sono innocente!

La memoria combette ancora con me, sulla strada del mio nome. Azzitito dal mio sangue, io sono.

In qualche forma di distanza, troverò il mio futuro.

Sono arrivato a capire il pensatore dei miei pensieri ed adesso l'apprezzatore di essi.

La mia pace arriverà da qualche posto in alto ed espressa dal di dentro.

Elusivo come un pensiero, io sarò, così che il cambio di memoria possa avvenire.

Presto o tardi, canterò la mia canzone, mentre sparisco nella storia, come rumore e fumo.

E con me, parlandomi dolcemente...la mia signora, mentre il passato collassa in una luce che respira.

Lacrime di rimembranza, io avrò, dove la memoria di altri sarà soltanto lunghe notti di parole.





Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

L'uomo mascherato


Io vedo attraverso l'illusione dell'uomo mascherato, mentre guardo negli occhi di colui che parla, non importa con quanta proprietà, non possono staccarsi dalle loro emozioni.

Di sicuro per coltivare un amicizia con l'uomo mascherato, e trattarlo con inimitabile umanità, semplicemente per fargli capire alla fine, va bene, sii te stesso.

Mentre il volo del giorno finisce e la notte si avvicina, io vedo la verità di quest'uomo mascherato, con i suoi occhi chiusi, innocente quanto possibile, il figlio di una madre, esausto per la sua posa teatrale.

Perchè? Io chiedo, perchè?


Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

venerdì 17 agosto 2007

Esausto


Vado in giro nel buio, e sono diventato una piega nella vita di qualcuno.

La mia prova di resistenza è giunta alla fine, mentre sono stato portato su di un sentiero triste, dopo aver rincorso una promessa dimenticata.

Posso sentire la preoccupazione nella loro voce, mentre realizzano che la mia apparenza sarà dannata.

Senza lasciar andare, la vita è diventata un gioco d'azzardo.

Chi è il regista di questo spettacolo? Stupore mi paralizza, il mio cuore ha cominciato a tuonare nel mio torace, fino a diventare un dolore.

Lascio uscire un sospiro di frustrazione, mentre smetto di correre dietro ad un sogno, tutto quello che voglio fare adesso è dormire.

Grazie.
Scrivetemi:
Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 13 agosto 2007

Geremia


Cantano forse gli uccelli solo per l'un l'altro? Soffia il vento solamente per gli alberi?
ed è naturale per gli alberi restare immobili?

I fiori crescono nei prati, arrangiati in diversi colori e profumi, semplicemente tanto
per fare?

No!!! Assolutamente, in tutto il loro splendore e diversità l'uno dagli altri, con
l'obiettivo principale di portare insieme pace ed armonia, neutralizzandosi e
diventando uni col tutto.

Non è vero che il nostro ambiente nutre proprio questi che stanno intorno?

Dove inizia il nostro ambiente e dove finisce?

E come posso io cominciare per niente senza essere profondamente coinvolto in
qualche posto?

Si!!! Perchè il posto del nostro inizio è dove siamo, e se non facciamo attenzione
noi diventiamo l'umore stesso del panorama intorno a noi.

Così con questo in mente, mantenendo disciplina e rispetto per se stessi e per gli
altri si realizza l'essenza del portare pace e armonia, cominciando da se stessi.

Grazie.


Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

Brivido


è possibile che esista la pura malvagità? Che qualcuno possa infliggere pene e sofferenza, senza la minima provocazione, assolutamente?

Chiedo queste cose con sospetto. Perchè le azioni di qualcuno tornano alla mente.

Era da mozzafiato sentirli ridere ed i loro comandi (qualcosa del genere), vidi.

Ero entrato in questo mondo senza rivali umani...mi hanno fatto ricredere. Si! Mi hanno fatto ricredere, perchè la rivalità è tutto intorno a me, male diffuso abbonda.

Avvinghiati dalla paura stanno quelli deboli di cuore. E mentre lottano l'un con l'altro, per primeggiare, una forza artificiale viene scoperta nel numero.

Io mi ritrovo dolorante e stare lì accanto a gente che cattura il mio cuore.

Lo so bene che il lavoro più importante in questa vita, è di aiutare coloro che ne hanno bisogno di aiuto.

Grazie.


Scrivetemi:


Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA


giovedì 9 agosto 2007

Nonno


Fuori dalla confusione, venne l'ansia più influente della mia vita.

Ho vissuto in silenzio frustrazioni, e da questa realtà, non posso andare via.

Molte notti da solo, sono rimasto seduto, agli angoli di strade, confuso nella testa per quel metodo di disciplina, instillato in me e nei miei.

Così con quella piccola speranza che avevo sperato d'esprimere, mi ero salvato per un altro giorno.

Grazie.
Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

martedì 7 agosto 2007

Peso


Attraverso le camere della mia mente, io cammino, svoltando ad ogni angolo con attenzione, così da non perdere una finestra, una porta, una soluzione al mio auto-inflitto recinto, nel quale adesso mi ritrovo.

Mi è caduta addosso, per gradi, la sensazione di essere appesantito da un compito, la cui natura non potrei definire, eccetto che dicendo: "debbo pensare".

A che cosa devo pensare, non lo sapevo, e quando obbedivo a questo comando (voglia), cadevo in silenzio ed a mente vuota.

Quando finalmente compresi, dovetti confrontarmi con l'invisibile fonte del mio lavoro.

E quando la densità della mia resistenza diminuì, arrivò la nascita della mia comprensione.

Grazie.
Scrivetemi:
Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 6 agosto 2007

Se solo tu avessi saputo


La mia permamenza è temporanea, se sono un ospite.
Nella tua casa protetto da quelli di fuori, cercherò la mia pace.
L'invisibile non mostra fatti! Perciò illuminerò il buio.
Ci sono persone che se ne stanno sdraiate in mia attesa, perdendo il sonno per pianificare la mia fine.
Mi sono riposato e ben informato mentre ho goduto della tua ospitalità.
I miei amici, tu non li incontrerai mai, io resterò uno straniero per te.
Non posso raccontare certe storie nascoste.
Ci sono memorie create per essere conservate solo da me.
Accettami per chi sono, amore, lealtà e rispetto.
Grazie
Scrivetemi:
Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 4 agosto 2007

La mia donna


Con l'intensità della mia passione, desidero il tuo abbraccio.

Con l'aumento della mia estasi, io penso a te.

Ti confesso che già il pensiero di starti vicino e della sacra attrazione che proveremo, mi incanta. Caro splendore, sorriso così luminoso, il mio volto è ansioso e la mia espressione preoccupata, perchè il giorno
dopo domani, verrà e se ne andrà, e si lascerà dietro memorie sbiadite, gustate solo per un attimo.

Ed è durante il crepuscolo della notte, che ti penso.

La tua melodia suonerà per sempre nella mia mente.

Il mio sguardo ti brucia, con un sorriso nascosto, un sorriso che accende un fuoco, un fuoco, che pensavo
spento da tempo. La tremula onda dei tuoi capelli, squisitamente acconciati, ha fatto nascere in me il desiderio di toccare. Si...queste pareti e questo momento mi impediscono di esprimermi fisicamente. E si! Il tuo fascino ha messo considerevolmente alla prova il mio senso di auto controllo.

Grazie.
Scrivetemi:
Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

domenica 22 luglio 2007

Dove Sono?

Anche come uno che sogna di venir ferito, e mentre sogna, desidera di star sognando, questo desiderare che ciò sia, così come se non fosse, così sono diventato dentro la mia mancanza di parole.
Volevo scusarmi e mi sono scusato …sebbene non lo sapessi.

Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

Bell'Autunno

Bell’Autunno

L’estate andrà presto in vacanza
Rimpiazzata dalle amorevoli foglie d’autunno.
Tutte in così bei colori, che
per gli occhi sono un sicuro piacer.

L’alba d’oro di una mattina umida
è tutta la meraviglia di un giorno.
Bell’autunno, mostra i tuoi colori
come vorrei che tu potessi restare.

Ancora lo sappiamo, il grande pittore ha
Un altro piano meraviglioso,
presto dipingerà ppure e bianche le colline
e valli di questa terra.

E voi bei fiocchi di neve, che cadrete presto,
stendete il vostro manto di puro bianco,
splendente, spendente come un diamante
sotto la luce dorata della luna

teneri pensieri 06/12/2007

Scrivimi
Baronell Ocasio JR F32864
350-1-9M Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA



venerdì 22 giugno 2007

Esempio di Arte Cristiana in Prigione

Un borsetta per la sera



Una borsetta per occasioni speciali
dimmi che ne pensi scrivendomi

Julio Martinez V96358
350-1-64M Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

Realizzato con lenzuola e polvere colorante per bibite

Scrivimi
Baronell Ocasio JR - F328664
350-1-9M Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

lunedì 7 maggio 2007

Fiori per Te


Disegnato da:
Greg Van Gundy - P27407
350-2-58X Po Box 9
Avenal, CA 93204
USA

mercoledì 18 aprile 2007

Il pianto di un piccolo bambino


Il pianto di un piccolo bambino

Mettere in moto il giorno che segue domani, per l’esistenza di quel futuro che ancora non c’è.
Oggi è il futuro, perché domani può non arrivare mai.
Nella ricerca della pace, la vittoria dev’essere ottenuta con ostacolo illusioni che non possono essere evitate.
Oh, adesso io desidererei non essere visto da nessuno,
Udito da pochi ed abbracciato da UNO.
Mentre impegno così tanto nel tener alto il mio nome, l’estensione può solamente arrivare tramite il pianto di un piccolo bambino.
Scrivimi

Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA

sabato 14 aprile 2007

La falsa 'disperazione'


E' purtroppo tornato recentemente alla ribalta il problema dell'abbandono dei neonati, e lo ha fatto di nuovo con una delle sue forme più ripugnanti: il cassonetto. Di sicuro ognuno di noi si sarà chiesto, in un momento od in un altro, che cosa spinga una donna, una madre, a condannare il proprio figlio alla morte sicura, abbandonandolo tra i rifiuti. E di sicuro, ognuno di noi avrà fallito nel cercare la tanta malvagità che sarebbe necessaria a giustificare un tale atto. Non c'è probabilmente nessuna premeditazione, nessuna spinta omicida, solo una qualche disperazione che alberga nell'inconscio, forse al limitare della malattia. Di sicuro qualcosa così pesante da far sembrare una "soluzione" l'orrore di uccidere un neonato. Il ben pensante e borghese in me, a questo punto, urla "ma più che garantire assistenza per qualunque neonato, nessuna domanda chiesta, cosa dovrebbe fare la società?" Ma poi, torno a pensare a quella donna e a cercare di immedesimarmi. E' forse la vergogna per una qualche macchia, oppure, la paura dell'ostracismo sociale? L'allontanamento dal gruppo per aver compiuto "atti impuri" fa così tanta paura da arrivare a cancellare le "prove della colpa" per cercare di ricominciare da zero? E diventa così inevitabile pensare che, forse, di fronte a queste disgrazie abbiamo un pò fallito tutti. Ma in cosa esattamente? Probabilmente è il meccanismo educativo che governa gli sbagli ad essere proprio lui stesso sbagliato. Perdonatemi se potete l'infantile gioco di parole. 'Sbagliamo', e la nostra mente salta, terrorizzata, alla 'punizione', alla 'espiazione'. E' quanto di meno costruttivo si possa insegnare. Una mente 'efficiente', con un'attitudine 'positiva', dovrebbe saltare subito alla ricerca di una possibile 'correzione', quando si accorge di aver commesso un errore. Non è proprio questa la differenza tra 'bigotto' ed 'illuminato'? Cosa può esserci di così brutto dietro ad un figlio, sia pure illegittimo? Una brutta storia, la povertà, un abbandono, dei famigliari intransigenti? Ognuna di queste cose è sicuramente molto meno grave dell'omicidio di un essere umano. Ognuna di queste cose potrebbe essere affrontata se solo una certa spinta educativa ci aiutasse nella ricerca di una 'soluzione', invece di annegarci nella disperata attesa dell''espiazione'. Ogni grossa tragedia dovrebbe farci piangere e poi farci pensare "Ed adesso come la metto a posto?" E invece, qualche volta cadiamo nella più profonda disperazione, senza la capacità di reagire, al punto da distruggere letteralmente tutto nell'insensata speranza di poter ricominciato da zero. A rischio di sembrare scontato ripeterò che probabilmente nel nostro processo educativo dovremmo rimuovere un pò di bigotta attesa della punizione e magari aggiungere un pò di fondato ottimismo, un pò di 'bicchiere mezzo pieno'. Insegniamolo quel costruttivo approccio alla vita che ti dice che dopo aver sbagliato il meglio che puoi fare è rimboccarti le maniche e mettere a posto, o per lo meno, fare il massimo per rimettere in ordine. Avvolte penso che sia un intera "fetta" di filosofia mancante nella nostra cultura occidentale. In molte culture orientali i bambini studiano e praticano meditazione imparando a vivere nel presente. Questo perché ossessionarsi per il passato significa bruciare inutilmente tra rabbia e falsi giudizi, e angosciarsi per il futuro significa lottare contro mulini al vento che il più delle volte non si materializzano neppure. Infondo, se qualcosa può essere fatto per risolvere il problema, perché preoccuparsi? E, se niente può essere fatto per risolvere il problema perché preoccuparsi?
.
Sarò felice di leggere e rispondere ai vostri commenti mi potete scrivere :
.
Carlo Parlanti - F25457
350-2-58X PO BOX 9
Avenal, CA 93204
USA

martedì 10 aprile 2007

Disillusa condanna di un sorriso


La seduzione che porta alla disillusa condanna di un sorriso.
Riesce perciò a vivere il sorriso della bellezza, perché è la migliore presentazione dell’invisibile?
Perché quando dato, un sorriso può invitare all’amore ed all’amicizia, e dare il benvenuto alla morte ed ad un disordine di emozioni.
La bellezza potrebbe essere un ponte, ma non possiamo esserne così certi.
Il misto di verità e fantasia poetica ha fatto smarrire qualcuno.
Di nuovo, sto qua sdraiato a pensare alle infinite possibilità dell’amore, rattristato dalla contentezza di tanto tempo fa, io devo dire, per favore ritorna.
Ieri sembra così distante, domani almeno altrettanto, ed oggi per quel che sembra, non è né qua né la. Anche se personalmente sono deludenti gli occhi di colui che piange.
Ventilare le nostre emozioni illumina il volto, ciò non di meno, sia nero il suo marchio, se viene a mancare la libido.
Come le onde si infrangono l’una sull’altra, così fanno le emozioni.
Quindi asciuga le lacrime dai tuoi occhi, così che ci venga permesso a te ed a me proprio quella cosa che noi volevamo.
Una grata ammissione è per il permesso di esprimere.
L’importanza di influenzare il romantico stile dell’amore.
Attraverso tutto il mondo i limiti non sono collegati.
Nei momenti di desiderio più profondi, io ti incoraggio a non prendere una decisione finale con rabbia, in questo modo l’ampiezza di questa nostra amicizia condurrà le nostre mani a stimolare.
Io ho quel tipo di responsabilità che si irrigidisce al rifiuto, quindi abbraccia l’uomo che sta da solo, cercando una donna da poter chiamar sua.
Paulie
.
Paul Lara V76259
350-1-55y Po box 9
Avenal, CA 93204
USA