mercoledì 30 gennaio 2008

Il mio angelo


Ricordo bene, quando ero piccolo,
uno dei modi in cui l'amore di Dio si rivelava.
Lui mi mandò un angelo, dolce.
Era il mio personale.
Quando sono caduto, ha attutito il colpo.
Quando ero perso od impaurito, l'ho sentito chiamare.
Ogni volta che dicevo la mia preghiera serale,
lui era vicino a me, inginocchiato lì.
Se avessi avuto fede, lui non se ne sarebbe mai andato.
O abbandonato o tradito.
Ma invecchiando, mi sono allontanato.
L'ho lentamente spinto fuori dal mio cuore.
Ho presto scordato che era lì.
Troppo impegnato con la mia vita per condividere.
La mia pena ed errori mostrati chiaramente.
Non potevo farcela da solo.
La mia vita continuò alla deriva finchè non venni salvato.
Il suo Spirito Santo, Dio mi concesse una grazia.
Il mio cuore, quel giorno, si riempì di gioia
mentre sentivo la Sua voce guidarmi.
Lui mi ricorda di un caro vecchio amico.
Questa volta ascolterò fino alla fine.

4 commenti:

elisa ha detto...

mi piace molto quello che hai scritto!conosco la storia triste di un ragazzo giovane,che ora è unbellissimo uomo,e mi meraviglio nel scoprire che nonostante sia dovuto crescere e formarsi in un posto così poco famigliare,rassicurante,dove per foza di cose si viene staccati dalla vita reale e privati della propria individualità con una divisa marchiata,sia ora così gentile e dolce.penso alle sofferenze provate,ai momenti di sconforto in solitudine,e alla speranza negata da una condanna a vita e stò male!non sò il perchè ma ancora prima di conoscere il suo volto il mio cuore è andato a lui,e il mio pensiero è sempre costante..e così ho chiesto al ciele,che se sono così fortunata ad avere un angelo che veglia su me di poterlo mandarea lui,perchè il mio cuore è li e pultroppo ci resterà a vita.sai,pure io ora ho una luce rassicurante mi basta sapere che lui esiste e mi sembra tutto perfetto.così l'ho contattato perchè voglio cercare di essere pure io per lui una speranza,e tentare di alleviare il suo dolore.anche se non ho più ricevuto risposta.ho potuto rendermi conto di come può essere dura e forse triste la sua vita li grazie a questo blog e ci passo tutto il gioro perchè così mi sento un pò più vicina a lui,perchè sai sono davvero molto molto lontana.grazie a carlo per l'avenal è una fortuna averti li,e grazie a katia resta forte ti sono vicina.che dio vegli su voi e sul mio cuore (j.r).elisa

webmaster ha detto...

Elisa, ci siamo accorti che alcuni indirizzi inseriti erano scorretti, ora dovrebbero essere ok

Anonimo ha detto...

Ciao sono Elisa, grazie ma sono sicura che l'indirizzo che hò sia corretto perchè hò ricevuto da lui una risposta alla mia prima lettera.Comunque volevo sapere se tu sei in contatto con Carlo? se così fosse posso ricevere informazzioni da Carlo tramite Te? lo chiedo perchè quel ragazzo si trova li e puo darsi che sia Carlo che a tradotto la mia prima lettera a quel ragazzo, e dunque forse Carlo sa di chi sto parlando(j.r).Sò che non è questo lo scopo del blog ma chiedo l'aiuto di Carlo perchè per me e davvero importante.Vorrei avere la possibilità di capire perchè non ho più ricevuto risposta, scusarmi e smettere di stare qua con la speranza e il dubbio. scrivo questo messaggio con la speranza di potere avere un chiarinento. nuovamente grazie elisa da brescia.

webmaster ha detto...

Si, sono con Carlo, penso che sia stato Carlo a tradurre la tua lettera, scrivimi katia@carloparlanti.it